Avellino, Foscarini: “Va bene così, abbiamo fatto la nostra gara”

0

Foscarini ha rivitalizzato l’Avellino e fa punti ovunque, anche a dispetto di un’Entella che si giocava moltissimo in uno scontro salvezza sul proprio terreno, piccolo e con un sintetico che “tradisce” chi non vi è abituato. Il tecnico dei lupi d’Irpinia è soddisfatto nonostante la sua squadra fosse passata in vantaggio. «Le partite vanno esaminate nell’arco dei 90 e passa minuti. Noi eravamo in una situazione particolare con tanti giocatori indisponibili e molti altri che erano in lista per onore di firma. Eppure abbiamo fatto la nostra partita, molto bene per tre quarti, male nel finale dove siamo andati in difficoltà e abbiamo rischiato. Però il giudizio complessivo sulla mia squadra non può non essere positivo perché abbiamo interpretato al meglio una sfida difficile, dove i punti in palio erano pesantissimi, anzi valevano doppio».

Cosa ha funzionato: «Nonostante fossimo in formazione super rimaneggiata i ragazzi chiamati in causa si sono fatti trovare pronti, hanno retto sino alla fine su un campo ostico e contro un’avversaria non certo rassegnata è sicuramente di qualità. Quello che ci eravamo riproposti di fare ha funzionato per gran parte del match. Sapevamo che erano pericolosi sulle palle inattive e quasi sempre siamo stati bravi nel annullarli, in un caso non ci siamo riusciti e abbiamo subito pagato dazio. Dal loro pareggio in poi abbiamo sofferto, anzi abbiano rischiato di perdere e sarebbe stata veramente una disdetta».  
Invece l’Avellino ha tenuto, mostrando di avere assimilato in fretta il verbo del nuovo tecnico. «Il merito è dei ragazzi che sono stati bravi a mettersi a completa disposizione e a seguirmi sul campo e fuori. Ripeto sono molto contento dello spirito e del carattere mostrato al Comunale di Chiavari, in questo senso abbiamo doppiato la grande prova con il Perugia. Siamo stati un po’ meno lucidi in alcuni momenti, ma anche questo ci poteva stare, non dimentichiamo che abbiamo una lista chilometrica di assenze, che sono fuori o sono acciaccati giocatori importanti, alcuni fondamentali». Chi ha dovuto sostituirli non ha sfigurato: «E’ così, nessuno si è sottratto, e questo mi tranquillizza, ma solo un po’, per il fatto che martedì torniamo in campo. Questi impegni ravvicinati non ci semplificano la vita, senza contare che adesso affronteremo Frosinone e Palermo. Per questo il vantaggio che abbiamo mantenuto sulle ultime, Entella compresa, è fondamentale. Non posso e non voglio fare calcoli ma si capisce che sarà una mischia durissima, una volata dove bisognerà avere più cuore e più testa delle avversarie».

Fonte: CdS

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.