Qualcuno ci restò male, ma benedetto fu il no di Unai Emery!

0

Unai-EmeryLa rivincita di Sarri, l’allenatore che porta avanti uno straordinario lavoro da quando De Laurentiis gli consegnò il Napoli dopo non essere riuscito ad accordarsi con Unai Emery, il tecnico del Siviglia vincitore dell’Europa League, e aver scartato Mihajlovic. Ha polverizzato record e la sua squadra è al comando della classifica dopo venti giornate, dunque in grado di cancellare il lungo periodo di buio – 28 anni – seguito al secondo scudetto. C’è l’elemento del gioco, quello che conquistò il presidente quando Maurizio dirigeva l’Empoli. Ma c’è anche l’aspetto della crescita dei giocatori. È vero che Benitez aveva lasciato il Napoli dopo aver vinto due trofei in sette mesi, la Coppa Italia e la Supercoppa, ma c’era un gruppo da rimotivare psicologicamente e da ricostruire tecnicamente. E questo, aspettando la fine del campionato, è stato il più importante successo.

Factory della Comunicazione

Fonte: Il Mattino

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.