ESCLUSIVA – C. Venerato: “Dopo Ghoulam altri due rinnovi in arrivo. Sarri? Tutto dipende da un aspetto per la sua permanenza”

Il club azzurro tra campo e calciomercato

0

ESCLUSIVA – C. Venerato: “Dopo Ghoulam altri due rinnovi in arrivo. Sarri? Tutto dipende da un aspetto per la sua permanenza”

Mentre il Napoli si prepara alla sfida con la Fiorentina per riscattare le recenti sconfitte tra campionato e Champions League, il club di De Laurentiis pensa al mercato e ai diversi rinnovi di contratto in essere. La società partenopea non vuole farsi cogliere impreparata nel mese di Gennaio e pensa anche al mercato estivo. Ilnapolionline,com ha intervistato il collega esperto di calciomercato Ciro Venerato sulle strategie del club azzurro e sulla prossima sfida contro i viola.

Lunedì c’è stato il tanto atteso rinnovo di Ghoulam fino al 2022. A breve dovrebbero arrivare anche quelli di Chiriches e Allan. A che punto sono i loro rinnovi? “Sul calciatore algerino fui il primo a dare la notizia del suo rinnovo che era cosa fatta, quando molti erano molto scettici a riguardo. Su Chiriches il club sta discutendo con i suoi agenti, così come con quelli di Allan. Per il difensore rumeno penso che si risolverà tutto a fine anno, mentre per l’ex Udinese ci vorrà qualche settimana in più ma trapela ottimismo. La volontà delle parti è reciproca e quindi credo che ci sarà per entrambi i calciatori la fumata bianca”.

L’unico calciatore che sembra non esserci possibilità di rinnovo è solo Pepe Reina. Prevedi colpi di scena oppure andrà via a fine stagione? “Nella vita i margini per risolvere le divergenze ci sono sempre, il contratto del portiere spagnolo scade a Giugno e quindi c’è sempre la possibilità di trovare un accordo per il rinnovo. E’ chiaro che da quello che mi risulta sarà difficile trovare un’intesa tra le parti, basti pensare che a Dimaro Quillon e De Laurentiis non trovarono l’intesa per la tanto attesa fumata bianca. Le sensazioni sono quelli di un addio a fine stagione e sul ruolo di estremo difensore la società partenopea è molto attiva sul mercato per quanto riguarda il mese di Giugno. Non escludo nulla su possibili colpi di scena, mai dire mai, però non sarà semplice trovare l’accordo, difficile ma non improbabile, però se dovesse esserci il sì mi stupirebbe” .

In caso di addio di Reina nel mercato estivo, chi secondo te potrebbe prendere il suo posto? “Io credo che da questo punto di vista il Napoli sia rimasto fermo sulle sue posizioni del mercato estivo, quando si paventava la possibilità di addio di Reina, destinazione Psg. I nomi sono rimasti gli stessi, come tu ben sai il club può avere una preferenza nello specifico, ma alla fine dipende dalla volontà altrui. Se dipendesse dal Napoli il prescelto sarebbe Leno del Bayer Leverkusen, che è considerato il più completo nel suo ruolo. Dopo il portiere tedesco viene Geronimo Rulli della Real Sociedad che resta sempre nel calderone delle scelte del club azzurro. Infine quello più staccato dei primi due Rui Patricio dello Sporting Lisbona che era stato contattato negli ultimi giorni di mercato. Al momento non credo a soluzioni italiane, si fa spesso il nome di Perin che però non sembra far parte della lista di Sarri e del d.s. Giuntoli. A fine anno può accadere di un possibile addio del mister e con il nuovo allenatore tutto potrebbe cambiare e quindi l’estremo difensore del Genoa potrebbe diventare la prima scelta rispetto alle altre dette in precedenza”.

Hai fatto il nome di Sarri che ha una clausola di 8 milioni all’interno del suo contratto. Secondo te quando potrebbe esserci un incontro con la società per trovare una soluzione? “Su Sarri la penso esattamente come Reina, per tutta una serie di motivi, il mister voglia chiudere il suo ciclo a Napoli a fine stagione. E’ chiari che c’è una clausola e chi vuole l’attuale tecnico del Napoli la deve pagare, fermo restando che anche la sua volontà farà la differenza. In quel caso De Laurentiis non farebbe barricate per trattenerlo, tutto come sempre dipende dal progetto per i prossimi anni. Se Sarri decide di voler restare un accordo si può sempre trovare, altrimenti ognuno andrà per la sua strada. Ricordiamo che per quello che sta facendo dovrebbe avere un ingaggio intorno ai 4 milioni, rispetto al 1,8 milione a stagione. In caso di un suo addio c’è in pole position Marco Giampaolo, è molto più di un’idea nell’ipotesi di un avvicendamento in panchina. Personalmente l’addio di Sarri la considererei una sciagura, il mister ha dato tantissimo e per quello che sta facendo non ha ricevuto alla stessa maniera”.

Per quanto concerne il mercato di Gennaio due sono i ruoli da ricoprire, il terzino sinistro e la punta. Come si muoverà il Napoli in merito? “Su Inglese dico che la percentuale è più del 90% è un’operazione praticamente fatta. Sul ruolo di terzino sinistro, al di là del rinnovo di Ghoulam, il nome che il club azzurro puntava da tempo è Sime Vrsaljko e l’infortunio del calciatore argentino ha accelerato la trattativa. Il calciatore croato può all’occorrenza giocare a sinistra ma anche a destra, visto che a Giugno andrà via Christian Maggio, non ci sarà il suo rinnovo. Per far sì che il calciatore possa vestire la maglia azzurra, bisogna trovare l’intesa con l’Atletico Madrid, gli affari si fanno sempre in tre. La volontà del Napoli c’è, quella di Vrsaljko in linea di massimo si dovrebbe trovare, ora conta trovare un’intesa con la società spagnola. I problemi ci sono, non facile da risolvere ma che con la buona volontà può esserci l’accordo. Il primo problema è economico, per meno di venti milioni l’Atletico Madrid non da via il giocatore e bisogna trovare una formula adatta alla situazione. Visto i problemi del fair-play finanziario, li vorrebbe subito e quindi si potrebbe rateizzare la cifra. Il Napoli potrebbe pagare cash il croato ex Sassuolo, oppure prestito con obbligo di riscatto, poi come sempre dipende dal club iberico che dovrà trovare anche un sostituto di Vrsaljko. Ovviamente bisogna mettere a posto i vari tasselli, ma il giocatore allenato da Simeone è il primo nome nella lista della società di De Laurentiis. In caso di mancato accordo ovviamente si può andare su altri nomi in questione che convincono meno, Grimaldo è un giocatore che si sta trattando ma essendo mancino di qualità come Ghoulam, ci sarebbe una concorrenza sulla quella zona di campo non di poco conto”.

Infine il campionato dove il Napoli con la Fiorentina ha l’occasione di riscattare la sconfitta con la Juventus. Secondo te che tipo di gara vedremo al San Paolo? “Non sarà una sfida facile, Pioli è un tecnico che come Allegri cura molto la fase difensiva e perciò vorrà fare la stessa gara fatta dalla Juventus per portare a casa un risultato positivo. Il Napoli ha l’occasione di riscattare la sconfitta di venerdì scorso e di tornare in cima alla classifica. La prossima giornata strizza l’occhio all’undici azzurro, visto che si gioca lo scontro al vertice Juventus-Inter, però dovrà esserci un altro tipo di atteggiamento. Si vede ora che i partenopei sul piano fisico non sono al top della forma, senza contare gli infortuni e il dubbio di Insigne per domenica prossima. Io credo però che se la squadra di Sarri vuole restare al vertice non può più fare passi falsi e contro i viola devono ottenere il bottino pieno”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

RIPRODUZIONE RISERVATA ®

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.