Audi-Cup: Focus di approfondimento sul Liverpool

Analizziamo il Liverpool che sarà la prossima avversaria del Napoli nell'Audi-Cup

0

I Reds puntano sull’euforia e il gioco offensivo di Jurgen Klopp, ingaggiato lo scorso ottobre dopo l’esonero di Brendan Rodgers, non riuscendo però ad andare oltre il4° posto. Si tratta di una squadra che, anche per le caratteristiche della rosa, è molto efficiente quando si tratta di attaccare ma manifesta tuttavia evidenti limiti di gestione della partita e conseguentemente del risultato.

liverpool

MODULO: 4-3-3

Mignolet; Clyne, Matip, Lovren, Moreno; Henderson, Lallana, Wijnaldum; Manè, Sturridge, Coutinho

Stile di gioco e costruzione della manovra: il gioco parte da uno dei due centrali, Matip o Lovren, che effettuano di solito lanci lunghi verso uno dei 2 esterni d’attacco. La fascia sinistra è composta da A.Moreno e da Coutinho, il fantasista della squadra. Clyne offre un eccellente contributo in fase di spinta, spesso devastante: non a caso la maggior parte delle azioni si sviluppa sulla fascia destra. Henderson, il capitano dei Reds, agisce davanti alla difesa con compiti di interdizione e, nonostante non sia un regista nato, riesce ad impostare l’azione grazie all’ottimo supporto fornitogli da G. Wijnaldum che è essenziale in questo tipo di gioco visto che a centrocampo svolge ampiamente sia la fase difensiva che quella offensiva. Lallana, nato come esterno, viene adattato a mezz’ala e fraseggia perfettamente con Manè (arrivato dai Saints nell’ultima sessione di mercato). Gli avversari sono spesso messi in difficoltà dal continuo cambio di posizione tra Lallana e Manè lungo la fascia. Sturridge agisce da prima punta e, con i suoi continui movimenti, garantisce pochi punti di riferimento per le retroguardie avversarie grazie anche agli inserimenti dei suoi compagni. Il pressing che chiede Klopp è molto alto in quanto i giocatori del Liverpool cercano  di portare più uomini sul portatore di palla per bloccare e chiudere le linee di passaggio ed impedire la costruzione del gioco avversario,  ripartire in contropiede per sfruttare la maggior rapidità dei propri giocatori.

In fase difensiva: quando il possesso palla degli avversari è sterile ciò permette alla squadra di Klopp di rientrare e schierarsi con un 4-5-1 con Coutinho e Mane abbassati sulla linea dei centrocampisti per rafforzare quindi il reparto difensivo.

In fase offensiva: la manovra è generalmente fluida ed è condita da un giro palla prettamente offensivo finalizzato alla ricerca di inserimenti alle spalle dei difensori. In fase di massima spinta solo la coppia di centrali difensivi accompagnata dal centrale di centrocampo, Henderson, resta a proteggere Mignolet; il resto dei giocatori cerca assiduamente un varco nei 25 metri dell’area avversaria.

In questa sessione estiva di calciomercato il Liverpool ha acquistato per una cifra intorno ai 40 Milioni il giocatore egiziano, Mohammed Salah che ricoprirà il ruolo di esterno offensivo per rafforzare la manovra d’attacco e facilitare i gol su inserimenti degli esterni.

– A cura di Dario Santoro

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.