Lega Pro, la Juve Stabia liquida il Siracusa

0

Juve Stabia-Siracusa 2-0
JUVE STABIA (4-3-3): Russo 6; Cancellotti 7 Atanasov 6,5 Morero 6 (43′ pt Amenta 5) Liotti 6,5; Esposito 6 (13′ st Lisi 6) Mastalli 6 Izzillo 6; Marotta 6 Montalto 5,5 Kanoute 7 (40′ st Liviero sv). A disp.: Bacci, Riccio, Sandomenico, Camigliano, Salvi, Petricciuolo, Strianese, Rosafio, Ripa. All.: Caserta (Fontana squalificato).
SIRACUSA (4-2-3-1): Santurro 5,5; Brumat 5 Pirrello 6 Turati 5 Dentice 6 (1′ st Giordano 5,5); Baiocco 6 Spinelli 5; Di Dio 5 Catania 5 Valente sv (6′ pt Dezai 5); Talamo 6 (19′ st Longoni 5). A disp.: Serenari, Filosa, De Respinis, Sciannamè, Scardina, Palermo, Toscano, Cassini, De Vita. All.: Sottil.
ARBITRO: De Tullio di Bari.
Guardalinee: Palermo e Pappagallo.
MARCATORI: 33′ pt Kanoute, 39′ st Cancellotti.
ESPULSO: 37′ st Amenta (JS) per doppia ammonizione.
Ammoniti: Amenta (JS), Giordano (S).
Note: spettatori 1512 circa. Angoli: 2-2. Recupero: pt 1′; st 3′.
juve stabia
Continua a vincere la Juve Stabia che dopo aver battuto Melfi, Monopoli e Messina si impone anche sul neopromosso Siracusa, nonostante le assenze di Zibert e Del Sante che hanno costretto lo squalificato Fontana a schierare l’inedito tridente d’attacco Marotta, Montalto e Kanoute. Mastalli è chiamato a sostituire l’acciaccato Salvi. Il Siracusa, con Talamo unica punta di ruolo, supportata dal veterano Catania, perde Valente al 4’ per un problema muscolare, sostituito da Dezai. Dopo una prima mezz’ora tutta di marca gialloblu, ci pensa Kanoute a sbloccare il risultato con una deviazione di testa su un bel cross di Liotti. Passano poco più di cinque minuti e i padroni di casa concedono il bis, questa volta con Cancellotti che si libera di Dentice e batte Santurro con un tiro imprendibile. Nel finale di primo tempo cambio obbligato anche per Fontana, sostituito in panchina da Fabio Caserta, che manda in campo Amenta al posto dell’acciaccato Morero.
Nella ripresa i padroni di casa pensano a difendere il doppio vantaggio anche se non mancano le occasioni da ambo i lati, in particolar modo intorno all’ora di gioco quando Cancellotti devia in angolo una conclusione di Catania. Al 17′ i locali sfiorano il tris con una conclusione di Mastalli che, approfittando di un tiro rimpallato, conclude di poco fuori. Al 25′ l’occasione per arrotondare capita sui piedi di Marotta la cui conclusione viene neutralizzata dall’attento Santurro. Quest’ultimo si ripete due minuti dopo ancora su un tentativo dell’attaccante gialloblù su punizione. Nel finale Juve Stabia in dieci dopo il secondo giallo rimediato dall’ex Lanciano Amenta.

Factory della Comunicazione

Corriere dello Sport

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.