Rubrica “C Siamo” – primo allungo della Juve Stabia, colpo Sorrento

0

18a giornata per la Serie C, con il giro di boa ormai vicino. Alla penultima di andata, la Juve Stabia piazza il primo allungo, battendo al Romeo Menti, la Virtus Francavilla per 3-0, alla fine di una prestazione ineccepibile. Piscopo, Candellone e Folino sono i mattatori della serata stabiese che complice il pari esterno del Picerno, si porta a +5, lanciando l’ennesimo segnale alla concorrenza, i gialloblù non hanno alcuna intenzione di mollare il sogno della B.

Factory della Comunicazione

Un’altra campana che approfitta del mezzo passo falso dei lucani, è la Casertana che nel derby del Vincenzo Pinto regola per 3-1 il Giugliano: doppio vantaggio con Tavernelli dopo appena due minuti di gioco e di Curcio al 51′. I tigrotti provano a riaprire l’incontro con la rete di De Sena al 74′, ma la speranza tramonta definitivamente ad un minuto dal termine con la rete casertana all’89’ di Montalto. La vittoria è stata in bilico solo dopo la rete subita, ma nel complesso i tre punti sono più che meritati. Per il Giugliano di Valerio Bertotto è da registrare un passo indietro sul piano della prestazione, ma pur in giornata negativa sono restati aggrappati alla partita fino alla fine. Un buon viatico per togliersi qualche altra soddisfazione e disputare una stagione positiva.

L’Avellino dopo l’ululato del Vigorito, impatta a reti bianche al Partenio-Lombardi contro il coriaceo Taranto di Eziolino Capuano, capace di bloccare una delle favorite del campionato. In questa fase, gli irpini non riescono a dare continuità dopo una prestazione sontuosa; da Benevento al Taranto la formazione di Michele Pazienza mostra due volti diversi, sicuramente non all’altezza per puntare in modo deciso alla testa del campionato.

Chi balbetta ancora e si allontana in modo netto dalla capolista, è il Benevento che dopo la sconfitta nel derby interno contro i lupi Irpini, non va oltre lo 0-0 a Latina, denotando i soliti limiti della fase offensiva, incapace a tradurre in rete, la mole di azione offensiva prodotta dall’11 di Andreoletti. Seppur il progetto di risalita è stato programmato sul triennio, non può passare in cavalleria questa fase negativa: appena il livello delle avversarie si è alzato, i Sanniti hanno palesato tutti i propri difetti, venuti a galla perentoriamente nella trasferta pugliese di Monopoli, dove un netto 3-0, mostrò il volto negativo della rosa giallorossa.

Le prime pagine, insieme alla Juve Stabia, spettano di diritto alla vittoria corsara del Sorrento a Catania con la rete decisiva di De Francesco al 42′. La sconfitta interna ad opera del Brindisi che spezzò la serie positiva di 5 incontri, sembra già dimenticata, la Sicilia ha riabilitato la formazione di Vincenzo Maiuri, portando i rossoneri a centro classifica.

L’unica campana ancora in difficoltà, al quarto pareggio consecutivo, in serie negativa dal 16 ottobre, giorno dell’ultima vittoria, è la Turris. Anche lo scontro diretto contro il Monterosi Tuscia non risolleva le sorti dei corallini, dentro uno spettacolare 3-3. Alle porte un altro scontro diretto, contro il Brindisi, per spezzare l’incubo e lo spettro dei play out.

 

A cura di Domenico Rusciano

 

 

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.