Rubrica “C Siamo”: l’ululato dei lupi irpini spaventa la strega sannita

0

Nel raccontare la 17a giornata, nel girone del centro sud, non si può non partire dal derby del Vigorito, dove l’Avellino s’impone di misura, rete di Patierno al 41′, rilanciandosi in campionato mentre il Benevento apre una nuova crisi, dopo una prima parte di stagione difficile. Dopo una serie negativa segnata da due sconfitte consecutive ed il pareggio interno nel derby contro la Turris, i lupi irpini risalgono al 4° posto, con questa prepotente vittoria, portandosi a -6 dalla capolista, mentre il Benevento sprofonda al 7° posto, alla seconda sconfitta consecutiva in altrettanti derby dall’alto spessore tecnico; prima la Juve Stabia e ora l’Avellino certificano la crisi sannita. Negli ultimi 5 incontri è palese l’involuzione del club di Oreste Vigorito; 3 sconfitte, 1 pareggio ed 1 vittoria contro il fanalino di coda Monterosi Tuscia. Troppo poco per coltivare sogni di promozione.

Factory della Comunicazione

La capolista Juve Stabia strappa un punto importante all’Ezio Scida di Crotone, con la gara decisa nel giro di 20 minuti, con il vantaggio gialloblù di Candellone al 10′ su calcio di rigore ed il pareggio pitagorico di Tumminello al 30′. La gara è molto tirata data l’importanza della posta in palio, dovendo lottare oltre misura nei minuti finali per l’espulsione di Meli. Alla fine la divisione della posta soddisfa Guido Pagliuca, tecnico delle Vespe, capolista inaspettata ma senza dubbio, con pieno merito.

Neanche la Casertana rappresenta una sorpresa. Porta via dal difficile campo del Picerno un punto che corrobora le speranze dei falchetti. La gara in terra lucana non è una delle migliori esibizioni dei rossblù ma uno scontro diretto si regge talvolta più sui nervi che sulle giocate, non disdegnando la divisione della posta, contando anche sul pareggio della capolista. Per i falchetti il sogno della B continua.

Chi continua a sorprendere è il Giugliano, autentica rivelazione del campionato. Bertotto, allenatore dei napoletani, stupisce di partita in partita, battuto al De Cristofaro il Monterosi Tuscia per 3-1 con le reti di Salvemini, autore della doppietta di giornata e Giorgione, intervallate dalla rete laziale sul doppio vantaggio gialloblù. Ora la classifica vede i tigrotti in piena zona play off, attesi dal derby di Caserta che potrà dire qualcosa in più sulla bontà dell’organico giuglianese.

Il Sorrento vede interrompere la serie positiva dopo un mese (dal 4 novembre al 4 dicembre) subendo la sconfitta a domicilio ad opera del Brindisi con le reti di Bunino al 35′ e di Lombardi al 38′. La zona play out è distante solo due punti ma se la squadra della fascia costiere fin qui ammirata, è quella dell’ultimo mese non dovrebbe avere difficoltà nel raggiungere la salvezza, senza passare dagli spareggi. Ad onor di cronaca, i play off sono lontani solo tre punti ma l’obiettivo stagionale non potrà che essere la salvezza.

A Torre del Greco il campanello di allarme è suonato da un bel po’. Le ultime tre prestazioni vedono ben tre pareggi, l’ultimo al De Liguori contro il Latina, punto ottenuto con le reti di Riccardi al 26′ ed il pareggio corallino al 51′ con De Felice. Non possono scandalizzare le ultime prestazioni contro avversari di un certo rango ma continua a preoccupare la mancanza della vittoria, assente dal 16 ottobre, dal blitz esterno di Potenza. Occorre un’ inversione di tendenza, l’occasione è la prossima partita, nello scontro diretto contro il Monterosi Tuscia. 

 

 

A cura di Domenico Rusciano

 

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.