G. Perinetti, ex DS azzurro e dirigente sportivo: “Il ritiro si lavorerà sul piano atletico e mentale”

0

Giorgio Perinetti, ex ds azzurro e dirigente sportivo, è intervenuto a Radio Marte: «Il ritiro in Tunisia con Scoglio nel 2002? Lo ricordo, ero appena tornato al Napoli con il presidente Naldi. Non andai a Tunisi, ma è chiaro che quello non fu un ritiro positivo. Quel Napoli purtroppo viveva un momento delicato e l’anno dopo ci fu il fallimento, nonostante le premesse e il tentativo di rilancio che fece Naldi. Non ci furono coperture per gli investimenti avviati. Questo ritiro ad Antalya dell’attuale club azzurro è invece molto opportuno, sfrutta la sosta dei Mondiali e Spalletti, che ha dalla sua l’esperienza delle pause in Russia, certamente lavorerà sia sul piano atletico che mentale. Il post Mondiale è una incognita per tutti ma nel caso del Napoli i punti di vantaggio sono rassicuranti, ma lo sono ancora di più le prestazioni degli azzurri, la qualità dell’organico e la varietà di gioco e il numero di marcatori espressi sino a novembre. È chiaro che il Napoli deve riannodare i fili del discorso ma pensate alle altre squadre che – rispetto agli azzurri – non hanno ancora trovato la quadra. Il caso Juve? Aspettiamo le evoluzioni giudiziarie. Dal punto di vista calcistico il club ha la struttura e i calciatori l’esperienza per estraniarsi da questa situazione. Non credo che peserà, dunque, sui risultati o sulle prestazioni della squadra»

Factory della Comunicazione

Premi qui per altre notizie

Fonte: Radio Marte

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.