Il ds Sabatini sulla sfida di San Siro e il “caso” Ribery

0

Il ds della Salernitana, Walter Sabatini, ha parlato del momento della squadra e della prossima sfida contro l’Inter. Era ieri all’ evento a Milano, Amici dei Bambini. Le dichiarazioni da TMW:

“Dobbiamo crederci fino all’ultimo secondo dell’ultima giornata. Io me lo godo lo stesso, dentro di me si è scatenata questa tempesta fatta di desiderio di poter portare un risultato a Salerno. Saranno seimila salernitani a San Siro, dobbiamo qualcosa a questa gente. Ai miei giocatori l’ho detto: in giro si parla di possibile sconfitta, non andiamo con tutto il rispetto a Pavia. Un tifoso normale potrebbe pensare ‘si perde’, a Salerno non si pensa così e io mi adeguo. Io e la società, la squadra e l’allenatore, abbiamo pensieri positivi”.

Come sta Ribery dopo l’incidente?
“Ribery ha qualche bozzo in testa ma sta bene, il resto è una marachella da calciatore. Ho una storia pregnante con giocatori che prendevano qualche paletto alle 2-3 del mattino. Mi preoccupa solo che non sia successo niente”.

Oggi anche Nicola ha stigmatizzato l’accaduto
“Nicola ha esortato i giocatori a incontrarsi e vedersi. Non gli avrei detto di fare le 3 del mattino, la contestazione è per l’orario e non la cena. E’ successo, Franck è meraviglioso, è un grande compagno di squadra e un grande giocatore, lo proteggerò sempre. Mi interessa solo che stia bene, se l’è cavata solo con qualche bozzo in testa”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.