Zielinski è il tuttofare del Napoli. Guidolin esalta le “doti” del polacco

Il centrocampista polacco domani contro l'Empoli vuole lasciare ancora il segno

0

Piotr Zielinski spesso è messo in discussione a Napoli per le prestazioni non sempre costanti durante l’anno, ma l’ultimo mese il centrocampista polacco ha reso al meglio con gol e assist. Giovedì sera contro il Leicester ha giocato nei due nella linea mediana ed ha smistato palloni e pressato gli avversari, come in occasione delle due reti. Anche allargato la manovra , insomma il classico jolly per mister Spalletti. Il primo suo allenatore Francesco Guidolin ne esalta le “doti”: “Lo ho avuto che era un bimbo, aveva poco più di 16 quando arrivò a Udine e fu aggregato al gruppo della Primavera. Lo vidi e intuii immediatamente le sue qualità, lo volli subito ad allenarsi in prima squadra: lo feci esordire in serie A e cominciò il suo percorso che sta proseguendo in maniera brillante. Ora è uno dei migliori centrocampisti di Europa: a Napoli prima Sarri, poi Gattuso lo hanno utilizzato con continuità, stessa cosa adesso con Spalletti. Un grande calciatore che ha destro e sinistro uguali e sta maturando sempre più anno dopo anno. Secondo me è perfetto da trequartista, funziona bene da mezzala e sta dimostrando di far bene anche tra i due di centrocampo con a fianco un altro centrale più adatto al contenimento perché lui è più offensivo e di costruzione. Un centrocampista da dieci gol”. Anche le reti realizzate contro Salernitana, Lazio, Legia Varsavia e Atalanta, sono l’emblema della sua crescita e di una ritrovata condizione. Domani alle ore 18,00, la sfida da ex contro l’Empoli e Zielinski è pronto per lasciare ancora il segno.

Fonte: R. Ventre Il Mattino

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.