ESCLUSIVA – A. Energe (att. Carrarese): “Di Natale? Un privilegio averlo come allenatore. Come obiettivi devo restare molto umile”

0

Il campionato di serie C, mai come quest’anno, è davvero incerto per tutti e tre i gironi. Non mancano le big, però come sempre ci sono le outsider che hanno voglia di dire la loro. Una di queste è la Carrarese allenata da Antonio Di Natale, un mix di giovani ed elementi di esperienza. Ilnapolionline.com ha intervistato l’attaccante Antonio Energe ex settore giovanile del Napoli.

Per te sono due reti di fila in casa, dove a tuo avviso la svolta per questo tuo momento positivo? “Vorrei dare continuità a quello che sto facendo, e magari riuscire anche a fare meglio. Contento a livello personale per le reti realizzate in casa, ma soprattutto ancora più soddisfatto per la crescita della squadra e i risultati che ultimamente stiamo ottenendo”.

Sulla panchina della Carrarese c’è Antonio Di Natale, un’icona del calcio italiano. Per un calciatore giovane come te, quant’è importante averlo come allenatore? “Per me avere Di Natale come allenatore è un privilegio che pochi hanno, con lui posso imparare tante cose. È stato un calciatore che da piccolo ho sempre ammirato e ritrovarmelo come allenatore per me è una cosa speciale”.

Quali obiettivi della Carrarese e tuoi personali per questa stagione? “Gli obiettivi della Carrarese sono prima di tutto la salvezza, perché comunque siamo una squadra nuova, giovane, però partita dopo partita, il gruppo si sta amalgamando e stiamo trovando quella consapevolezza che può farci puntare ad obiettivi anche più importanti! Parlando di obiettivi personali, allenandomi tutti i giorni a mille con la massima umiltà, punto ad arrivare ai massimi livelli!”.

Cosa ne pensi in generale del campionato di serie C, credi che ci sia stato un miglioramento dal punto di vista tecnico-tattico? “Penso che la serie C sia un ottimo campionato per crescere e prendere fiducia nei propri mezzi, secondo me è cresciuta anche a livello tecnico-tattico con squadre che provano sempre di più a giocare la palla”.

Dopo la sconfitta contro il Gubbio, ora giocherete in casa contro l’Entella. Come vi state preparando per la sfida contro i liguri? “Sicuramente c’è delusione per la sconfitta di ieri pomeriggio, non abbiamo giocato come nelle precedenti gare. Contro l’Entella giocheremo davanti ai nostri tifosi e c’è voglia di rivalsa. Il mister saprà certamente trovare le parole giuste per una partita che proveremo in ogni modo a fare nostra”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

RIPRODUZIONE RISERVATA ®

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.