Carboni, ex calc.: “Napoli? Sono contento che Spalletti si stia prendendo la sua rivincita dopo l’Inter”

0

Amedeo Carboni, ex calciatore della Roma, ha parlato oggi ai microfoni di “1 Football Club” su 1 Station Radio. “Perché i presidenti dei club italiani non riescono a fare gli stadi nuovi? Perché in Italia c’è troppa burocrazia, molto spesso non si possono toccare le tribune perché le ha disegnate un architetto famoso. Italiane in Champions? Ho molta fiducia, credo che abbiano capito che in Europa si gioca in maniera differente. Per combattere contro rivali esteri bisogna essere meno tattici e più offensivi. Napoli? Un piacere vederlo giocare, sono contento cheSpalletti si stia prendendo la sua rivincita dopo l’Inter. Ha una rosa importante a disposizione, e giocano insieme da un po’. Mourinho? Ha portato aria fresca ed entusiasmo in una piazza dove è facile esaltarsi. Entrambe le squadre vantano dei giovani dal futuro già scritto. Abraham o Osimhen? Prendo quello che ha fatto più gol, ovvero il nigeriano. Il ragazzo, se avrà voglia di migliorarsi, diventerà uno dei più forti al mondo, un vero top player. Dipende tutto da lui. Manolas? È una questione di testa: in passato ha dimostrato di essere un grandissimo calciatore, ora è in difficoltà, dunque sta facendo fatica a reagire mentalmente. Sampdoria? Sta rendendo meno del valore della rosa, ma non credo sia colpa dei problemi societari, quelli ci sono ovunque, basti pensare all’Inter o alla Lazio, dove i calciatori non hanno percepito lo stipendio per diversi mesi. Ho vissuto una situazione societaria pesante quando ero a Valencia e posso dirvi che eravamo un gruppo talmente unito che non ci facevamo distrarre da nulla”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.