Approfondimento e grafici A. Pisciotta – Napoli-Ascoli: Elmas in evidenza

0

Approfondimento sul Napoli, contro l’Ascoli per l’amichevole del pre-campionato partita giocata allo Stadio “Teofilo Patini” di Castel di Sangro.

Le posizioni di Insigne e Zielinski

Le posizioni del capitano Lorenzo Insigne e Piotr Zielinski hanno attirato l’attenzione durante la partita con l’Ascoli, si sono invertiti molto spesso. I due trequartisti si sono trovati spesso in posizioni invertite, dando così scompiglio alla difesa avversaria, in modo da non dare punti di riferimento agli avversari.

Marcatura a zona sui piazzati

Il goal subito in amichevole arriva dagli sviluppi di un calcio d’angolo, gli azzurri adottando la marcatura a zona lasciano l’avversario che presiede il secondo palo solo (figura 3). Al passaggio corto degli avversari che serve a far muovere la difesa azzurra, quest’ultima sale in maniera lenta lasciando da solo sempre l’uomo al secondo palo (figura 4). Che rimette palla al centro per il compagno che sigla il pareggio dell’Ascoli. Sicuramente Mister Spalletti ed il suo staff interverranno modificando qualche posizione o magari passando alla marcatura mista, ovvero zona e uomo. Ecco a cosa servono le amichevoli precampionato a controllare che tutto sia al proprio posto prima di cominciare il campionato.

Elmas il centrocampista che mancava

L’azione del goal del 2a1 risultato finale parte da uno scarico di Lobotka a Koulibaly, che a differenza del recente passato gioca subito verso Mario Rui (figura 5); in passato avremmo visto Koulibaly ripartire dal portiere. L’azione prosegue con il terzino che verticalizza subito per Insigne che attende i compagni. Ma analizzando bene i movimenti di Elmas che prima lo vediamo quasi da mezzala davanti Lobotka, e subito dopo lo vediamo tagliare nello spazio lasciato da Osimhen, per poi segnare. Insigne avrebbe avuto anche il supporto fuori area di Zielinski.

Il centrocampista azzurro, Elmas, sarà l’arma in più di Spalletti, lo ha già detto durante il ritiro di Dimaro; il mister lo ha difinito un “Campione” che sa stare dentro la squadra e vicino al pallone per 90 minuti.

Conclusioni dell’approfondimento

Azzurri che sono parsi davvero concentrati sul fare quello chiesto dal Mister, per mettersi in mostra e per un posto da titolare. Ora l’appuntamento è con la prossima amichevole sempre a Castel di Sangro il 14 agosto contro il Perugia. Per poi aspettare altri 7 giorni per la prima di campionato che vedrà di scena gli azzurri contro il neo promosso Venezia alle 20.45 allo Stadio “Diego Armando Maradona”.

Approfondimento a cura di Antonio Pisciotta
RIPRODUZIONE RISERVATA ®

Premi qui altre notizie degli azzurri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.