EURO 2020 – Italia-Galles 1-0, decide Pessina. Panchina per i tre calciatori del Napoli

Gli azzurri ora a Wembley contro Olanda o Ucraina agli ottavi

0

Questo pomeriggio l’Italia ha affrontato all’Olimpico il Galles, dove bastava un pari per essere primi nel girone. Il c.t. Mancini effettua otto cambi, panchina per Di Lorenzo e Insigne, ma la mentalità è sempre la stessa. La prima occasione è con Belotti, il suo tiro-cross termina sul fondo. I britannici vanno vicini al gol, colpo di testa di Gunter e palla alta di poco sopra la traversa. Ci prova anche Chiesa, salva Ampadu sulla linea. Il vantaggio arriva con Pessina, punizione di Verratti e il centrocampista dell’Atalanta con la punta manda in porta. Ad inizio ripresa palo su punizione di Bernardeschi. Ospiti che restano in dieci, rosso diretto per Ampadu per entrata pericolosa sull’ex Fiorentina. La gara diventa non semplice, Galles che si chiude e concede un’occasione a Belotti, parata di Ward. I ragazzi di Page hanno addirittura la palla del pareggio con Bale, palla che esce alta da ottima posizione. Debutto anche Raspadori e Castrovilli nel finale di gara. L‘Italia chiude al primo posto, ottavi a Londra dove si attenderà una tra Ucraina e Austria.

Italia (4-3-3): Donnarumma 6 (44′ st Sirigu s.v.); Toloi 6,5, Bonucci 6 (1′ st Acerbi 6), Bastoni 6,5, Emerson 6; Pessina 7 (42′ st Castrovilli s.v.), Jorginho 7 (29′ st Cristante s.v.), Verratti 6,5; Bernardeschi 5,5 (29′ st Raspadori s.v.), Belotti 5,5, Chiesa 5,5. A disp.: Meret, Di Lorenzo, Spinazzola, Locatelli, Insigne, Immobile, Barella. All.: Mancini 6,5

Galles (3-4-3): Ward 6; Gunter 5,5, Rodon 5,5, Ampadu 4,5; C. Roberts 5,5, Allen 5 (41′ st Levitt s.v.), Morrell 5 (15′ st Moore 5), N. Williams 5 (41′ st B. Davies s.v. ); Bale 5 (41′ st Brooks s.v.), Ramsey 4,5, James  6 (29′ st Wilson s.v. ). A disp.: Hennessey, A. Davies, Lockyer, T. Roberts, Norrington-Davies, J. Williams, Mepham. All.: Page 4,5

Arbitro: Hategan

Marcatori: 39′ Pessina (I)

Ammoniti: Pessina (I), Allen, Gunter (G)

Espulsi: 10′ st Ampadu (G)

A cura di Alessandro Sacco

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.