Mercato Napoli: nel gennaio 2020 spesi 65 milioni per 5 calciatori. Gennaio 2021 zero entrate

0

Nulla, sul fronte acquisti, visto che il Napoli ripartirà da oggi con la stessa rosa (orfana dei tre ceduti in prestito) di dicembre 2020. Una scelta societaria che va in netta controtendenza rispetto allo scorso anno, quando De Laurentiis e Giuntoli furono i veri protagonisti del mercato di riparazione. 64,5 milioni sono stati spesi a gennaio 2020 per rinforzare la rosa e consentire a Gattuso – arrivato a gennaio 2019 – di poter conquistare un piazzamento utile per la Champions. Obiettivo fallito, certo, ma addolcito dalla vittoria a giugno della Coppa Italia nella finale contro la Juventus. Il mercato di gennaio 2020 era stato rivolto al presente e al futuro. Arrivarono subito alla corte di Gattuso i due centrocampisti centrali Lobotka e Demme, pagati rispettivamente a Celta Vigo e Lispia 20 e 10 milioni di euro. Poi 2,5 milioni di prestito con diritto di riscatto versati nelle casse dell’Inter per un esterno d’attacco come Politano. In ottica futura, invece, due investimenti a lungo termine come Petagna e Rrahmani lasciati entrambi fino alla fine della stagione a Ferrara e Verona, per poi fare rientro alla base nel mese di agosto (causa Covid e slittamento del campionato). Per assicurarsi Petagna e Rrahmani, il Napoli ha speso altri 32 milioni (17 per l’attaccante e 15 per il difensore). 
B. Majorano (Il Mattino)

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.