Serie B – Vittorie importanti per Frosinone e Venezia: Un rosso in ogni gara

0

Ore 14:00

Brescia-Frosinone   1-2 Zampano (F) 27′, Torregrossa (B) 33′, Parzyszek (F) 84′

Empoli-Vicenza       2-2 Meggiorini (V) 15′, Matos (E) 56′, La Mantia (E) 88′, Longo (V) rig. 93′

Pescara-Pordenone 0-2 Diaw (PO) 25′, Berra (PO) 58′

Pisa-Cittadella        1-4 Gargiulo (C) 5′, Ogunseye (C) rig. 19′, Pavan (C) 63′, Iori (C) 87′, Marconi (P) 88′

Venezia-Ascoli        2-1 Pucino (A) 14′, Aramu (V) 55′, Fiordilino (V) 68′

Ore 16:00

Monza-Reggina      1-0 Mota (M) 54′

Brescia-Frosinone. La prima occasione arriva al 10′ col destro al volo di Zmrhal a botta sicura alto di poco, al 27′ ciociari in vantaggio col tiro-cross di Zampano che sbuca sul secondo palo sorprendendo tutti. Al 33′ arriva il pareggio bresciano col mancino vincente di Torregrossa sugli sviluppi di un corner così al duplice fischio si va a riposo in parità. Nella ripresa Brescia in 10 per l’espulsione di Bjarnason che in 3 minuti riceve 2 gialli. La formazione frusinate continua a spingere e nel finale torva il goal-vittoria con Parzyszek che sfrutta un batti e ribatti in area regalando i 3 punti al Frosinone.

Empoli-Vicenza. La sfida si sblocca al 15′ con la zampata di Meggiorini che mette il piede sul tiro di Guerra insaccando sul secondo palo, al 23′ Ricci calcia al volo col destro trovando la risposta di Perini che restituisce la sfera al giocatore empolese che calcia nuovamente a botta sicura mancando lo specchio. Nel finale di tempo non arriva il pareggio toscano così al duplice fischio si va a riposo sull’1-0 vicentino. Nella ripresa l’Empoli sigla l’1-1 con Matos che insacca da due passi dopo la bella azione personale di Bandinelli. Al 72′ l’arbitro assegna un penalty all’Empoli ma Perina ipnotizza Mancuso respingendo sul palo. All’88’ però gli azzurri trovano firmano il sorpasso con l’imperioso stacco aereo di La Mantia sul cross di Bandinelli. La sfida non è finita e al 92′ l’arbitro assegna un rigore anche al Vicenza espellendo Fiamozzi. Dagli undici metri parte Longo che spiazza Brignoli per il definitivo 2-2.

Pescara-Pordenone. Dopo una lunga fase di studio la prima occasione arriva al 20′ col tiro dal limite dell’area piccola di Diaw incredibilmente largo, passano 5 minuti e Diaw aggiusta la mira con un tiro dal cuore dell’area di rigore per l’1-0 ospite. Nel finale di tempo il Delfino non riesce a reagire così al duplice fischio si va a riposo col vantaggio ospite. Nella ripresa arriva il raddoppio del Pordenone con Berra che insacca da due passi sfruttando una respinta corta di Fiorillo. Al 69′ Pescara in 10 uomini per l’espulsione di Leandro Fernandes. Nel finale i biancazzurri non riescono a rientrare in partita così al triplice fischio il Pordenone conquista la vittoria.

Pisa-Cittadella. Il match si sblocca già al 5′ col diagonale nell’angolino di Gargiulo, al 17′ l’arbitro assegna un rigore al Cittadella espellendo Benedetti. Dagli undici metri prende la rincorsa Ogunseye che insacca spiazzando Perilli, al 36′ Gargiulo cerca la doppietta ma Perilli in volo respinge chiudendo il primo tempo sul 2-0 veneto. Nella ripresa arriva il tris ospite con Pavan che prima si fa fermare da Perilli ma sulla ribattuta di testa insacca, nel finale c’è gloria personale anche per Iori che in rovesciata cala il poker. All’88’ Marconi realizza il goal della bandiera per il definitivo 4-1.

Venezia-Ascoli. Al 14′ bianconeri in vantaggio col piatto al volo di Pucino sul cross di Kragl, al 29′ Mazzocchi cerca il raddoppio ma Pezzerini respinge. Nel finale di tempo non arriva il pareggio veneziano così al duplice fischio si va a riposo sull’1-0 ascolano. Nella ripresa Aramu sigla l’1-1 con una splendida rovesciata a fil di palo, al 68′ il Venezia completa la rimonta col tiro al volo di Fiordilino sul cross di Di Mariano. Nel finale Ascoli in 10 per l’espulsione di Braosco così al triplice fischio i lagunari conquistano la vittoria.

Monza-Reggina. Primo brivido al 18′ Col tentativo di Gytkjaer a alto di un soffio sul cross di D’Errico. Al 32′ Bellomo supera il diretto marcatore in velocità e appena dentro l’area calcia a lato di un soffio. Nel finale di tempo la sfida non si sblocca così al duplice fischio si va a riposo senza goal. Nella ripresa Reggina in 10 per l’espulsione di Folorunsho che riceve il secondo giallo per un fallo su Barbersi, al 54′ Mota di testa sfrutta il corner di Barberis per sbloccare il punteggio di testa. Al 56′ l’arbitro assegna un rigore al Monza ma Boateng si lascia ipnotizzare da Plizzari, al 63′ Augusto lascia partire un tiro-cross che centra in pieno la traversa. Nel finale la Reggina non riesce a reagire così al triplice fischio il Monza si aggiudica la contesa.

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre non ancora scese in campo

Lecce 18-Empoli 18-Salernitana 17-Venezia 17-Frosinone 16-SPAL 15-Cittadella 14*-Chievo 14*-Monza 13*-Pordenone 12-Brescia 9*-Cosenza 8Reggiana 7*-Vicenza 7**-Pisa 7*-Reggina 7-Ascoli 5*-Entella 5-Pescara 4-Cremonese 3*

*Una gara da recuperare

**Due gare in meno

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.