ESCLUSIVA – Gennaro Scarlato (all. Benevento Under 16): “Il gol allo scadere contro il Foggia fu incredibile per me”

All'interno l'intervista all'ex difensore del Napoli, ora allenatore Benevento Under 16

0

Il mondo del calcio attende con trepidazione di poter riprendere a livello agonistico, anche se diverse squadre, anche se a livello singolo, ha ripreso gli allenamenti. Purtroppo per il settore giovanile, buona parte della stagione è finita in anticipo e si cerca di tirare le somme. Ilanpolionline.com ha intervistato l’allenatore del Benevento Under 16 Gennaro Scarlato oltre che ex difensore del Napoli

Prima di questa sosta forzata qual’era il bilancio stagionale con la compagine del Benevento Under 16? “Il bilancio prima di questa pandemia era più che positivo. La squadra non solo stava crescendo sul piano delle prestazioni, ma anche dei risultati. Peccato che sia stato sospeso definitivamente il campionato di categoria, però la salute viene prima, poi il resto”.

Sei da quasi un anno a Benevento, quali le sensazioni del club a livello di settore giovanile? “E’ un club davvero ben strutturato, in continua crescita e il settore giovanile si sta ben sviluppando. Sono contento di essere arrivato a Benevento, considerando anche il rendimento altissimo della prima squadra, perciò la strada intrapresa è più che positiva”.

Nella tua carriera certamente la giornata indimenticabile fu quella rimonta in un minuto contro il Foggia. Quel gol allo scadere, come lo hai vissuto nei giorni successivi? “Fu una giornata indimenticabile, perché in un minuto passammo dalla sconfitta al successo. Ci fu un esplosione al mio gol allo scadere, perché ci consentì di battere i pugliesi e restare in scia dell’Avellino. I giorni successivi? I pensieri erano “normali”, perché c’era soddisfazione di quello che stavamo facendo”.

In questo momento che sensazione hai per il settore giovanile, soprattutto per il futuro? “Il mio auspicio è che si cresca come vivai e che si possa tornare quanto prima in campo. Sappiamo che i settori giovanili, sono la base e sarei contento se dopo questa pandemia, si facesse questo percorso di crescita e di andare sempre meglio”.

Da ex difensore del Napoli ti vorrei chiedere di Kostas Manolas. Come giudichi il suo primo anno in azzurro? “L’inizio di stagione del difensore greco non è stato dei più semplici, doveva adattarsi alla nuova realtà come quella del Napoli. Con il passare dei mesi, ha preso sempre più padronanza del reparto arretrato ed è diventato uno dei leader della squadra. In linea di massima si può dire più che positivo”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.