Il Napoli non resta a guardare in questo momento di difficoltà

0
NON SOLO KK

I gesti si moltiplicano anche da parte di altri calciatori del Napoli. David Ospina che ha una scuola calcio in Colombia vuol far in modo che chi lavora nella sua Academy non resti senza reddito nonostante il divieto di praticare, anche in Sud America, attività sportiva. Ha già corrisposto gli stipendi di marzo e pagherà anche una somma importante ad aprile. Per consentire il sostentamento anche alle famiglie di chi lavora per il portiere azzurro.

Anche Arek Milik, con il suo ristorante «FoodandBall», in Polonia ha assicurato centinaia di pasti caldi a coloro i quali sono impegnati in prima linea alla lotta al virus.

Lorenzo Insigne era stato capofila con la donazione di centomila euro a nosocomi partenopei. Il filo diretto tra il professor Ascierto dell’ospedale Pascale ed Aurelio De Laurentiis si è sostanziato in un filo diretto di disponibilità di macchinari e materiale sanitario che il patron azzurro metterà a disposizione dei nuovi reparti di terapia intensiva e sub-intesiva.

Anche Rino Gattuso ha contribuito. Attraverso la sua donazione, il suo comune d’origine, quello di Corigliano, ha potuto acquistare un’ambulanza. Oltre che i tamponi fondamentali per la verifica dell’eventuale contagio. Fonte: Il Mattino

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.