Di Rienzo: “Penso che il Cosenza non debba prendere provvedimenti”

0

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’,  in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Carlo Di Rienzo, agente D’Orienzo: Tommaso non se l’è sentita di partire. E’ diventato papà da poco, quest’estate ha subito un intervento con un infezione interna con difese immunitarie praticamente azzerate, di fronte questa situazione – atterrando in aereo a Bergamo – non ha voluto rischiare per una partita di calcio. E’ stato chiesto chi non se la sentiva di partite, tant’è che insieme a Mirko e Tommaso. Mi pare non siano partiti neppure medico e fisioterapista, ma è comunque una scelta personale”.

Ha aggiunto: “Non sono stati avvertiti di possibili provvedimenti, la cosa che mi fa strano è che a noi il Cosenza non ha comunicato niente. Esiste un solo comunicato ufficiale letto da tutti dove dichiarano di prendere provvedimenti. Ma bisogna aspettare, magari ci sarà un ripensamento. Penso che il Cosenza non debba prendere nessun provvedimento, non per il mio assistito. Ma viste le cose che stanno accadendo mi sembra assurdo prendere un provvedimento nei confronti di un giocatore che ci tiene alla propria salute e a quella dei suoi cari.

Infine: “Noi non ne abbiamo parlato con nessuno, al momento del comunicato si è scatenata una confusione. Accettare la sanzione? Aspettiamo il Cosenza e di conseguenza ci muoviamo. La decisione verrà presa nel momento in cui il Cosenza deciderà cosa fare. Erano in 10 che non volevano salire sull’aereo. Sono rimasti in 2 e non sono gli ultimi arrivati, hanno sempre rinunciato a qualsiasi cosa per la squadra”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.