La legge del biglietto: calano i prezzi, aumentano le presenze

0

Stavolta, Aurelio De Laurentiis non ha voluto correre il rischio di compromettere ulteriormente il rapporto con la
tifoseria. La vuole accanto, il presidente, alla ricerca di una comunione d’intenti. Il Napoli ha bisogno di centrare la qualificazione,
magari da prima nel girone, così da semplificarsi il percorso in Champions League. Dopo la trasferta di Udine di sabato, al rientro dalla sosta, la squadra di Maurizio Sarri si prepara ad affrontare la Dinamo Kiev al San Paolo mercoledì prossimo. L’avversario è ampiamente alla portata: un motivo in più per non fallire un appuntamento così decisivo.Il presidente, quindi, ha preferito rivedere le tariffe per i tagliandi, così da garantirsi un’affluenza importante, a ridosso del tutto esaurito. Venti euro per il posto più economico, in curva; quaranta, invece, per assistere dai distinti. La risposta non s’è fatta di certo attendere, con i biglietti per le curve esauriti praticamente fin dalla messa in vendita.La società, dunque, opta per una tregua, in uno scontro che si protrae
dall’inizio della stagione per il prezzo degli ingressi allo stadio, che aveva generato puntuali contestazioni. E potrebbe essere il primo passo verso un compromesso più che auspicabile, dal momento che il Napoli non vive il momento migliore e ci si avvicina ad un ciclo di partite che gli azzurri dovranno giocare in casa.

Fonte: il Roma

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.