Mazzarri saprà adattarsi ma squadra deve responsabilizzarsi

0

Delio Rossi, allenatore, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso di 1 Football Club sul momento del Napoli – che ha da poco richiamato Mazzarri in panchina – e su quello dell’Italia, attesa dal match decisivo per la qualificazione ad Euro 2024 contro l’Ucraina.

Factory della Comunicazione

Se Mazzarri è tornato significa che c’è stato un esonero. In questi casi si parla del fallimento dell’allenatore anche se, a mio avviso, il fallimento è di chi lo ha scelto. Scegliere un tecnico e, dopo soli due mesi, esonerarlo, sta a significare che si è sbagliata la strategia. Quella di Mazzarri è una scelta logica. Un allenatore che sa di calcio, che conosce l’ambiente e il presidente. Sul discorso, poi, che preferisca il 3-5-2 è un falso problema. Quando ti danno il patentino di allenatore non è certo in virtù di un modulo, ma finalizzato ad allenare. Per questo Walter si adatterà a quel che la squadra richiede. Con il cambio in panchina, inoltre, i calciatori dovranno resettare tutto. Ne escono molto più responsabilizzati e se fallissero ancora vorrebbe dire che il problema non è la guida tecnica”.

Il lavoro da allenatore è diverso da quello di selezionatore. Più che fare l’allenatore, Luciano credo abbia bisogno di fare delle scelte giuste, soprattutto in considerazione del momento dei giocatori. Sotto questo punto di vista, Spalletti sta facendo bene. Un tecnico di carisma, anche se tutti siamo giudicati per i risultati. Italia che convince? Purtroppo, pur avendo vinto un Europeo, veniamo da due sessioni di Mondiali dove non ci siamo qualificati. Chiaramente, se non riuscissimo neanche a qualificarci per l’edizione tedesca sarebbe un grosso problema per il nostro movimento. La nostra selezione è superiore, ma se non riuscissimo a qualificarci dovremmo porci qualche domanda”.

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.