Liga: Buona la prima per Solari, male Simeone mentre Valverde gioisce al 92′

Il Real torna a vincere, l'Atletico stecca al Butarque mentre il Barça vince solo nel finale

0

Sabato 3 novembre ore 13:00

Leganés-Atletico Madrid     1-1 Griezmann (A) 69, Carrillo (L) 82′

Ore 16:15

Real Madrid-Valladolid       2-0 Kiko (R) aut. 83′, S. Ramos (R) rig. 88′

Ore 18:30

Valencia-Girona                      0-1 Pons (G) 48′

Ore 20:45

Rayo Vallecano-Barcellona 2-3 L. Suarez (B) 11′ 92′, Pozo (R) 36′, A. Garcia (R) 57′, Dembelé (B) 87′

 

Leganés-Atletico Madrid. I padroni di casa al Butarque cercano l’impresa nel derby madrileno, mentre i colchoneros proveranno a mettere pressione al Barça portandosi momentaneamente in vetta. In ritmi in avvio di gara non sono elevatissimi e la pirma occasione arriva al 21′ con En Nesyri che spreca tutto calciando sopra la traversa a tu per tu con Oblak, continua a premere la formazione di casa con Oscar al 27′ ma il missile del giocatore pepinero esce di un soffio. Nel finale di tempo ancora Leganés pericoloso con Oscar che dai 25 metri sfiora il palo con un gran tiro che chiude la prima frazione sullo 0-0. Nel secondo tempo Oblak si rende protagonista di un autentico miracolo in tuffo su En Nesyri al 67′, passano 2 minuti e Griezmann sblocca il match con un bellissimo sinistro direttamente su punizione. I padroni di casa si gettano in avanti alla ricerca del pari e all’82’ sugli sviluppi di un piazzato Carrillo calcia al volo col destro beffando Oblak per il definitivo 1-1.

 

Real Madrid-Valladolid. Le merengues dopo il cambio di panchina che ha visto Solari prendere il posto di Lopetegui cercano riscatto, mentre gli ospiti proveranno a sbancare il Bernabeu alimentando il sogno europeo. Il primo brivido arriva al 4′ col destro al volo di Benzema largo di un soffio, col passare dei minuti le merengues faticano a trovare il varco giusto mentre il Valladolid prova ad alzare il ritmo. Al 34′ Antonito si libera alla conclusione sfiorando la traversa, nel finale di tempo Gareth Bale svetta più in alto di tutti e di testa manca la porta di un niente chiudendo la prima frazione sullo 0-0. Nei secondi 45 minuti il Real prova a schiacciare il Valladolid e al 56′ Casemiro dal limite cerca il gran tiro ma Masip con un super intervento in tuffo nega al gioia del goal al brasiliano, al 60′ è il turno degli ospiti con la rasoiata di Toni ma Courtois vola sul palo più lontano evitando il peggio. Passano 2 minuti e ancora Toni pericoloso con una sassata dalla distanza che impatta contro la traversa, all’83’ però i blancos riescono a sbloccare il punteggio grazie all’autorete di Kiko che devia nella propria porta un tiro di Vinicius. Passano 5 minuti e Sergio Ramos raddoppia le marcature trasformando un calcio di rigore con un tiro forte e centrale che chiude la sfida del Bernabeu sul definitivo 2-0 per le merengues di Solari.

 

Valencia-Girona. I padroni di casa con soli 3 punti di margine sulla zona retrocessione puntano solo alla vittoria, mentre i catalani in lotta per un posto in Europa League cercano il colpaccio esterno. Passano appena 2 minuti e Pere Pons dai 16 metri calcia a giro sfiorando il palo, il Valencia replica al 13′ con Santi Mina che indisturbato sblocca il match ma l’arbitro annulla per offside. La gara è molto intensa ma col passare dei minuti l’atteggiamento molto tattico di entrambe le squadre rallenta i ritmi, nel finale di tempo Guedes si accentra e lascia partire un destro a giro indirizzato verso il sette ma Bono in tuffo si dimostra provvidenziale chiudendo il primo tempo sullo 0-0. Nella ripresa il Girona sblocca l’incontro con Pere Pons che è il più lesto ad avventarsi sulla respinta corta di Nesto per l’1-0 rojiblanco, i padroni di casa ci provano al 57′ col tentativo dal limite di Santi Mina ma Bono anche in questa circostanza sventa la minaccia. Il forcing valenciano non si ferma e al 68′ ancora Santi Mina cerca gloria personale con una conclusione aerea che Bono disinnesca con un gran riflesso, nel finale non arriva il pareggio del Valencia così i catalani espugnano il Mestalla salendo a 16 punti.

 

Rayo Vallecano-Barcellona. I padroni di casa penultimi in classifica proveranno a sfruttare il fattore campo nonostante l’avversario sia decisamente proibitivo, mentre i blaugrana per rimanere al comando della Liga sono obbligati a vincere. Il Barça alza subito il proprio baricentro e all’11’ sblocca il match con Luisito Suarez che servito alla perfezione da Jordi Alba deve solo appoggiare in rete, la replica del Rayo arriva al 24′ sugli sviluppi di un piazzato col colpo di testa di De Tomas alto di poco sopra la traversa. I padroni di casa non demordono e al 36′ Pozo pareggia i conti con un destro a giro dalla lunetta che s’insacca nell’angolino, nel finale di tempo Suarez cerca la doppietta con un destro molto potente ma l’uruguaiano colpisce il palo chiudendo la prima frazione sull’1-1. Nella ripresa il Rayo attacca alla ricerca del goal e al 57′ prima De Tomas colpisce il palo di testa e poi Alvaro Garcia ribadisce in rete a porta vuota, dopo il goal subito i blaugrana provano a riorganizzarsi risultando pericolosi solo all’80’ col solito Suarez che dal limite lascia partire una rasoiata che Masip disinnesca con l’ennesimo super intervento. Nel finale però il Barça capovolge le sorti dell’incontro prima col pareggio di Dembelé all’87’ con un tiro dal limite e poi in pieno recupero con la zampata di Suarez che fa doppietta chiudendo il match sul 3-2 catalano.

 

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in più

Barcellona 24Atletico Madrid 20-Alavés 20-Siviglia 19-Espanyol 18-Real Madrid 17-Levante 16-Valladolid 16-Girona 16-Getafe 15-Celta Vigo 13-Real Sociedad 12-Betis 12-Valencia 11-Eibar 11-Athletic Bilbao 10-Villarreal 9-Leganés 9-Rayo Vallecano 6-Huesca 5

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.