Sarri: “Mancate lucidità e cattiveria, ma gara gestita bene: sono ottimista”

0

Maurizio Sarri ha ripercorso ed analizzato le fasi e gli aspetti più importanti del Preliminare di andata di Champions League ieri sera contro il Nizza. Le sue riflessioni sono state raccolte da Il Mattino:

Sarri, contento per il risultato?
“Certo che lo sono. Se penso al momento della stagione in cui stiamo, abbiamo fatto una buona partita, giocata a buon livello, tenuta sempre in pugno. Non dobbiamo dimenticare che eravamo alla prima gara ufficiale mentre il Nizza era già alla quinta”.

Però, i soliti difetti: troppi errori sottoporta. Non trova?
“Un po’di lucidità manca, ma ci è mancata  anche un po’ di fortuna perché abbiamo colpito due pali. Non mi lamento, perché la serata è stata positiva ma chiaramente il terzo gol ci avrebbe consentito di andare a Nizza, nella gara di ritorno, in ben altre condizioni”.

Anche così, non è una brutta situazione.
“No, non lo è. Ma bisogna stare attenti: con loro in nove avremmo dovuto sfruttare meglio la situazione ma non sono un paragnosta e in panchina, oltre a Milik, avevo portato tre centrocampisti perché ero convinto che avrei cambiato sia  Allan che Jorginho  e Hamsik”.

E così è andata. Come mai?
“Perché sono quelli che per corsa e coinvolgimento del gioco avrebbero maggiormente risentito del caldo. L’ho sofferto persino io in panchina: da fermo e in certi momenti ero in difficoltà”.

Il Napoli non ha preso gol e l’attenzione difensiva è parsa buona.
“Vero, abbiamo gestito bene i momenti in cui il Nizza ha avuto il possesso di palla e siamo stati lucidi quando loro si sono resi pericolosi dalle nostre parti. La prestazione dei miei è stata buona. Ripeto: alla prima partita ufficiale non potevo chiedere di più”.

Neppure un po’ di cattiveria?
“È mancata nel finale. Ma è legata alla mancanza di fiato. Io sarei stato preoccupato se avessimo segnato due gol creando due occasioni. Ma neppure me le ricordo le chance sotto porta fallite”.

Ce ne è una, clamorosa, di Milik.
“Mi spiace che non abbia segnato. Per lui, perché sarebbe stata benzina pura, e per noi perché con il 3-0 la qualificazione sarebbe stata molto più al sicuro”.

Favre l’ha sorpresa con quella difesa a cinque?
“Lo confesso, sì. Loro si sono difesi in questa maniera due o tre volte nella passata stagione.Quando mi hanno portato la formazione ho capito che l’avrebbe fatto: nell’intervallo abbiamo fatto un riepilogo di quello che facciamo quando si difendono in quella maniera. Ma la mia è una squadra pronta e capace di adattarsi a ogni situazione e a ogni modulo”.

Dice Balotelli, in un post su Instagram, che vi aspetta al ritorno.
“A Nizza non sarà una passeggiata, lo sappiamo. per questo ho il rimpianto di non aver segnato il terzo gol”.

Prima c’è l’esordio in campionato, a Verona.
“Lì farò qualche cambio in più. Ho bisogno di giocatori brillanti e le scelte che farò saranno legate alla condizione atletica”.

Percentuali di accedere alla fase a gironi?
“Ci manca ancora qualcosa a livello di ritmo e di accelerazioni, abbiamo sprecato delle ripartenze. Sono ottimista. Ma il 3-0 sarebbe stata tanta roba per noi… E ce lo saremmo anche meritati per quello che abbiamo dimostrato in tutti i novanta minuti”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.