Chiariello (C21): “Il mio sogno era Cavani, ora resta Ibrahimovic, specie se Mertens andasse via…”

0

Umberto Chiariello, giornalista di Canale 21, a Radio Punto Zero ha espresso il suo giudizio sul momento del Napoli:

“Su Insigne siamo alle fasi determinanti, entro fine stagione dovrà rinnovargli il contratto. La palla passa a De Laurentiis che è stato corretto coi suoi procuratori: in estate ha scelto di aspettare ed ora che s’è confermato talento assoluto Insigne passa in vantaggio nelle schermaglie dialettiche. Diverso il discorso per Mertens: è in scadenza ed ha trent’anni. Insigne ha 26 anni, è nel pieno della maturità, è un prodotto del vivaio ed il Napoli sa di non poterlo perdere. Il fratello Roberto è dotatissimo ed è un bravissimo ragazzo ma Lorenzo ha qualcosa in più, è un vero professionista, ha la testa sulle spalle, ha comprato casa a Posillipo e vuole restare a Napoli. È diventato davvero leader ed è uno dei dieci talenti in Europa. Se Ghoulam ha realmente tante offerte vuol dire che c’è crisi nel ruolo di terzino, l’algerino è un buon giocatore ma non un fenomeno. Trovare un sostituto sarà difficile mentre a destra il Napoli segue Conti, un giocatore che prenderei subito. Farei carte false per averlo ma più gioca, più diventa bravo, più sarà difficile prenderlo. Tra Pavoletti e Zapata almeno uno sarà di troppo, in attacco il prossimo anno ci potrebbe essere una sorpresa, non escludo niente. Ibrahimovic non è un sogno tanto impossibile, se il Napoli vende Mertens tutto può succedere. Lo svedese ha ancora forza e qualità per mostrarsi vincente. Il mio sogno era Cavani ma ora è impossibile, mi è rimasto Ibrahimovic come talento internazionale ma anche Sanchez dell’Arsenal. In Italia, invece, comprerei subito Muriel e Keita”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.