La medicina dello sport – di P. de Luca: “Se vuoi correre, testa ai…piedi!”

0

Onicocriptosi, si chiama così la famosa ‘’unghia incarnita’’. In pratica, consiste nella penetrazione di una punta laterale dell’unghia direttamente nella pelle circostante. Generalmente, si verifica a carico dell’alluce. Ne consegue un dolore, misto a fastidio, che rende difficile, se non impossibile, la camminata e la corsa, per cui, praticare uno sport, in queste condizioni risulta davvero complicato. Il rimedio consiste nell’immettere un cuneo fra pelle e unghia, in modo che, con la crescita, quest’ultima prenda il verso giusto, ma, nei casi più estremi, bisogna ricorrere ad un vero e proprio intervento chirurgico. Le cause di questa patologia, al di là di un taglio errato delle unghie e di fattori predisponenti, troppo spesso, in chi fa sport, sono da ricercarsi nella non idoneità delle calzature, eccessivamente strette o che non forniscono un appoggio perfetto. Per chi è incline alla formazione di unghie incarnite, prima di iniziare l’attività sportiva è opportuno proteggere le dita dei piedi avvolgendole delicatamente in bende sterili-elastiche specifiche. E ricordate: nulla previene meglio di una buona qualità delle calzature!

Factory della Comunicazione

a cura di P. de Luca

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.