VIDEO – Martusciello (all Empoli): “Contro il Napoli senza stravolgere il nostro gioco; Sarri? Un maestro, lo sta dimostrando ancora una volta”

VIDEO – Martusciello (all Empoli): “Contro il Napoli senza stravolgere il nostro gioco; Sarri? Un maestro, lo sta dimostrando ancora una volta”

Mister Giovanni Martusciello, allenatore dell’Empoli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del lunch match con il Napoli, qui di seguito alcuni passaggi e il video postato dal profilo Twitter del club toscano:
“Dobbiamo avere la giusta rabbia dopo una pesante sconfitta e conseguente contestazione. Bisogna giocarcela con le nostre armi ontro una grande qualità. Dovremo cercare di non far emergere le uqalità del Napoli. Dovremo dare un segnale di appartenenza, ci abbiamo lavorato questa settimana, provando a fare di più per dare un segnale forte a tutto l’ambiente, uno sprone in più. La squadra ha lavorato in maniera importante, deve solo mettere in pratica quanto fatto. Quando le cose non vanno bene l’allenatore è colui che è messo in discussione, non mi sono mai sentito in condizione di essere mandato via, il lavoro che faccio settimanalmente lo vedono, ci vogliono solo risposte sul campo e la società conme si è comportata come con i miei predecessori. Mente fredda? A trovarla… della sconfitta contro il Chievo non tutto è da buttare, a quel qualcosa di buono bisogna attaccarci, i 4 gol al passivo non c’erano, purtroppo i 4 schiaffi li abbiamo presi, ora dobbiamo rimettere i remi in mare e arrivare al sereno. Siamo in difficoltà di risultati, è vero, ma gli altri sono nelle nostre stesse condizioni. Abbiamo guardato dove poter farmale al Napoli, anche se ha poche vulnerabilità, è l’approccio da guardare. Sarri è un maestro e sta dimostrando quanto vale a Napoli, valido nelle costruzioni di gioco, nelle palle inattive, qualcosa abbiamo provato senza stravolgere il nostro gioco. El Kaddouri? Mi aspetto metta dentro personalità e qualità, il suo modo di muoversi tra le linee, ma più che il calciatore è il collettivo che deve venir fuori e in esso l’individuo. Mi aspetto che migliori lui come altri. All’andata il Napoli era forse un po’ più in difficoltà rispetto ad ora; ora gli azzurri sono migliorati, la condizione psicologica fa da padrona e in questo aiuta il miglioramento, ma d’altronde parlano i numeri. Se ho sentito Sarri? No, ci siamo massaggiati per la gran prestazione contro Roma e Real; ci si sente poco, Maurizio è di poche parole, ma mi fa piacere reincontrarlo, ho vissuto 3 anni con lui e il resto dello staff. Mi fa un particolare effetto vederlo da avversario, lo incontrerò con affetto, ho tanti di quegli aneddoti che potrei raccontare… annate in crescendo nelle quali ha mostrato le sue qualità professionali e umane”.

Maria Villani

Articoli Correlati
Commenta