Serie B: Al Rigamonti le rondinelle battono meritatamente il Bari (2-1)

I bresciani possono respirare in classifica con questi 3 punti

Serie B: Al Rigamonti le rondinelle battono meritatamente il Bari (2-1)

Lunedì 23 ottobre ore 20:30

Brescia-Bari    2-1    Caracciolo (BR) 17′, Galano (BA) 33′, Capradossi (BR) aut. 54′

 

Primo tempo. Le rondinelle si trovano al penultimo posto e hanno l’obbligo di vincere per provare a risalire in classifica, i pugliesi sono a una lunghezza dalla vetta e vogliono provare l’ebbrezza di essere primi anche se solo per una notte. In avvio sono i padroni di casa a cercare il goal con una combinazione tra Caracciolo e Machin ma la difesa ospite allontana in extremis, al 10′ Bisoli riceve palla in area di rigore ma anche il centrocampista di casa viene fermato all’ultimo istante. Al 17′ le rondinelle riescono a sbloccare meritatamente il punteggio con Caracciolo che dopo aver ricevuto il passaggio filtrante di Ferrante fulmina Micai con un mancino chirurgico, i pugliesi non riescono a rispondere ai padroni di casa facendosi schiacciare nella propria metà campo. Al 21′ il numero 9 di casa continua a creare scompiglio nell’area barese ma i difensori ospiti sventano la minaccia, al 28′ Ferrante si avventa su un pallone vagante in area sfiorando il palo a portiere battuto. Continua il dominio bresciano e al 30′ Martinelli ci prova col mancino da fuori area ma Micai si salva deviando in corner, i padroni di casa sprecano troppo e al 33′ vengono puniti da Galano che di testa finalizza il perfetto cross di Fiamozzi. Al 43′ il Brescia prova a riportarsi in vantaggio con Caracciolo ma il bomber di casa centra in pieno la traversa, passano pochi secondi e ancora una volta Caracciolo supera il diretto marcatore e calcia a giro ma Micai si supera togliendo all’Airone la gioia del goal. Arriva il duplice fischio del direttore di gara che manda le squadre negli spogliatoi con Brescia che ha sprecato l’impossibile nei primi 45 minuti.

Secondo tempo. Nella ripresa il Brescia continua ad attaccare alla ricerca del nuovo vantaggio e al 54′ Capradossi devia un tiro di Furlan battendo Micai per il raddoppio bresciano, passano 4 minuti e Caracciolo s’invola verso la porta ma la difesa ospite ferma l’Airone all’ultimo istante. I baresi cercano il pareggio con Galano che dopo aver ricevuto palla da Cissè viene fermato dai difensori di casa all’ultimi istante, al 71′ Iocolano ci prova col destro dall’interno dell’area ma Gastaldello compie un grande intervento allontanando il pallone. I padroni di casa provano a gestire il possesso palla ma il Bari è meno rinunciatario rispetto al primo tempo e prova a colpire in velocità, all’81’ sugli sviluppi di un calcio di punizione Busellato sbuca alle spalle di tutti calciando al volo col pallone fuori di poco. All’87’ Brienza mette in mezzo un cross molto pericoloso che Minelli sventa in uscita alta smanacciando il pallone, dopo 3 minuti di recupero arriva il triplice fischio del direttore di gara che sancisce la vittoria del Brescia che può respirare in classifica conquistando una vittoria meritata mentre il Bari perde l’occasione per mettere pressione alle dirette concorrenti.

 

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in più

Empoli 17-Venezia 17-Cremonese 16-Bari 16-Pescara 16-Frosinone 16-Novara 16-Palermo 15-Carpi 15-Parma 14-Salernitana 13-Perugia 13-Cittadella 13-Avellino 13-Spezia 13-Brescia 13-Entella 12-Ternana 11-Foggia 11-Pro Vercelli 10-Ascoli 10-Cesena 8

 

A cura di Emilio Quintieri

 

 

Emilio Quintieri

Articoli Correlati
Commenta