Il pagelliere azzurro, i voti di Vincenzo De Lillo

Il pagelliere azzurro, i voti di Vincenzo De Lillo

Feyenoord-Napoli 2-1: i voti, le pagelle, i giudizi…Feyenoord_NAPOLI

De cempions-(sigh!)

Reina-Partita con pochissimi interventi e con i soliti(stavolta addirittura due!) goal fotografici subiti.
Nel senso che la palla va in rete e lui resta immobile, fermo, fermo, come in attesa del flash di una foto ricordo.
In tutte e due le occasioni.
Con la stessa espressione “incazzata” che ho io in tutte le foto della mia comunione
(ancora mi vergogno come un ladro per quel saio bianco da Papa che mi misero, mentre gli altri erano vestiti da marinaretti…).
Mi sento comunque di assolverlo da entrambe le segnature, anche se la sufficienza non è proprio completa.
5.5

Maggio-da quando il governo ha alzato l’età pensionistica lo vediamo in campo sempre più spesso.
Anche, come stasera, con dignitosi risultati, direi. Dimostra ancora una volta che può rimandare di qualche tempo il momento di sedersi definitivamente a guardare i cantieri come tutti i pensionati.
6

Hysaj-A sinistra. Di nuovo. Ma niente di nuovo purtroppo.
Alla solita prestazione bipolare, con buona copertura difensiva e insufficienti spunti offensivi, oppone un primo tempo fatto di tanti passaggi andati a buon fine, ma di tante corse all’indietro perché fuori posizione.
In una di queste porta sul fondo un avversario(ben fatto!) intelligentemente lo costringe a girarsi sul destro, piede a lui(l’albanese) più consono(ottima mossa, bravo Hysaj!), dimenticando che quello è sinistro e da lì può crossare meglio. E infatti, ottimo cross e goal subito. (Mai na gioia…)
Nel secondo si dà una regolata ed è più stabile, ma non tanto da meritare una sufficienza a mio avviso.
5.5

Albiol-in occasione delle belle fotografie fatte al nostro portiere lui è stato quello che ha gridato in tutte e due casi il “CIS!!” di rito.
Prima saltando in anticipo e perdendosi il giocatore olandese che non si fa pregare per fare un bello scatto, denominato poi: “Lo Spagnolo che guarda.”
Poi alla fine della partita, quando, senza opporsi, ha permesso al giocatore olandese di colpire la palla a mezz’altezza di testa, per il secondo scatto della serata denominato invece :”Due spagnoli che guardano”.
Il pubblico di casa prima lo fischia quando si tira una tarantella con lo stesso giocatore autore della foto dell’1-1, poi alla fine lo applaude,  quando si rende conto che è tra i migliori in campo per il Feyenoord.
4.5

Koulibaly-nel primo tempo si macchia di un paio di cretinate che in un’ipotetica scala da 0 a Ranocchia, lo pongono molto vicino al talento interista.
Nel secondo non ha molte occasioni per rendersi utile se non per salvare un olandese dalla rabbia di Albiol( quando si è tirato la tarantella…).
Poco per meritare un 6.
5.5

Diawara-quest’uomo è un mistero.
Non riesco a capire se ce l’ha ma non lo vuole fare, oppure non ce l’ha e s’atteggia solo come se ce l’avesse. O finanche s’atteggia perché ce l’ha però non sempre lo dimostra.
Mi sono perso, troppo complicato, diciamo che nun ‘o capisc…
Alterna buone giocate a svarioni da giocatore di tressette per poi eclissarsi e ricomparire giusto per un po’.
5

Allan-sembrava più convinto degli altri nel voler fare una buona partita,  poi quando si è saputo che il City le stava prendendo, anche lui ha iniziato ad abbassare i ritmi.
Talmente bassi che si addormenta lui stesso, crollando, dopo un buono scambio, davanti al portiere in un’occasione che ci avrebbe portato sul 2-1.
Esce deluso per il goal mangiato e forse per una delle poche brutte prestazioni di quest’anno.
5.5

Hamsik-bho’…non lo so…Una volta che ci troviamo qua, nella libertina Olanda, perché non provare a portarlo in un coffee shop e vedere se ci sta qualche sostanza che possa aiutarlo ad uscire da questa depressione calcistica?
Hai visto mai?
Perdonate l’azzardo, sto cercando qualsiasi cosa che possa riconsegnarmi/ci il campione di un tempo.
Così nun se po’ guarda’…
5.5

Mertens-primo tempo con due lampi del Dries perduto. Prima, nel tentativo di emulare Insigne, riproduce fedelmente uno dei lanci/assist per Callejon già registrati all’ufficio brevetti dal napoletano.
Poi dopo un triangolo con Hamsik, riuscito così bene da poter essere mostrato in tutte le scuole calcio e aule di geometria del mondo, si presenta a tu per tu con la porta.
Peccato però che lo ricorderemo per il goal divorato dopo il triangolo e per un secondo tempo passato a scaccolarsi lì davanti cercando tocchi e tocchetti disturbanti.
Sto iniziando a preoccuparmi.
5

Callejon-Un momento da ricordare per tempo. Nella prima parte per un bel taglio dei suoi dietro ai difensori, che lo mette in condizione di  presentarsi davanti al portiere( e a momenti fa segnare Hamsik…)
Nel secondo invece lo ricordiamo per la seconda cosa importante della sua partita, la sostituzione con Ounas, colui che, in relazione ai minuti giocati, è uno dei primi al mondo nelle statistiche dei calci subiti.
Tra le due gesta nulla di più di qualche fallo e qualche tocco errato.
Un altro che si è completamente dato alla macchia e non da stasera…
5

Zielinski-Da tifoso accanito mi vergogno ad ammettere che ho acceso la tv in ritardo(per impellenti e improrogabili motivi idraulici…) quando eravamo già al terzo minuto e quindi ho perso il suo goal.
Assodato che ho contravvenuto alla prima regola del tifo, quella che ti obbliga a non perdere in nessuna occasione nemmeno un attimo di match(e per la quale, come pena, mi auto flagellero’ costringendomi a guardare un video con il freestyle di Fideleff….);posso dire che ho perso il 98% della sua prestazione, visto che fa poco altro per tutto il match.
Ma almeno lui ha segnato.
6

Finché abbiamo creduto di poterci classificare abbiamo giocato dignitosamente.Dopo aver compreso che l’ EL era l’unica strada percorribile ci siamo spenti.
Senza drammi , ‘sta Champions è stata proprio una ciofeca.
Vediamo se l’Europa League è più adatta a noi.

Comunque.Forza Napoli.Sempre

Gabriella Calabrese

Articoli Correlati
Commenta