Unici tre i sufficienti, questi secondo Il Mattino

Unici tre i sufficienti, questi secondo Il Mattino

Le valutazioni dei tre “migliori” secondo Carratedlli e lo scrive su Il Mattino

 

Reina-DimaroNon passa molto tempo a guardare gli altri, il che lo aiuta a tenersi al caldo visto che affronta la partita a maniche corte e non si capisce bene come faccia, visto il freddo che attanaglia tutti.

Non fa molto sul colpo di testa di Jorgensen ma lì sarebbe stato complicato anche per l’uomo Ragno in persona.

Come sulla seconda rete. Poi è sempre autorevole nelle mischie.

 

 

Maggio

Freno a mano un po’ tirato, sembra quello con più convinzione in alcuni momenti.

Sta bene anche con la testa, altrimenti certi azzardi non li correrebbe nella sua metà campo. Non sempre gli vanno ben, tant’è che perde un dribbling e mette a rischio la sua porta.

Boetius non riesce mai a sfondare dal suo lato e la sua accortenza nelle ripresa aiuta a non mollare.

 

 

Allan

Ad Amrabat (ciccì coccò) legge una filastrocca dopo l’altra.

Lo ipnotizza a lungo, fa quello che gli pare per gran parte del primo tempo, finché la qualificazione è ancora in gioco. Piede pesante e fronte alta, occupa gli spazi senza farsi troppi problemi. Mena, recupera, toglie aria agli avversari.

Non lo sposti mai. Poi anche lui ha qualche amnesia quando capisce che i giochi sono fatti.

 

 

 

Fonte: Il Mattino

Giuseppe Sacco

Articoli Correlati
Commenta