La medicina dello sport – di P. De Luca: “Intestino pigro? Di corsa!”

La medicina dello sport – di P. De Luca: “Intestino pigro? Di corsa!”

Sembra strano, ma c’è una correlazione tra attività intestinale e sport, sebbene se ne parli davvero poco. Se non basta la prova diretta per convincersi dell’efficacia dello sport nel combattere il colon infiammato, ora anche la scienza concorda nell’affermare che ci sia un legame tra le due componenti. In particolare, una ricerca condotta dall’Università di Birmingham ha dimostrato che praticare correttamente e regolarmente dell’attività fisica aiuta ad attenuare i sintomi dell’intestino irritato. Un altro studio avvalora questa tesi ed è stato pubblicato sulla rivista scientifica American Journal of Gastroenterology, dalla svedese Università di Gothenburg. In particolare, è stato provato che si ottengono dei benefici sulla salute dell’intestino se si praticano dai 20 ai 60 minuti di attività fisica, come la corsa, la camminata veloce e la bicicletta, per 3/5 giorni alla settimana. Tale movimento aiuterebbe il cibo a completare il suo percorso lungo l’intestino, riducendo i fenomeni di costipazione; poi, con l’attività sportiva si stimola la circolazione sanguigna e linfatica, a tutto vantaggio del benessere fisico e mentale. In particolare, praticando sport si rilasciano endorfine che migliorano l’umore e allontanano lo stress, il quale rappresenta una delle cause dei problemi intestinali.

a cura di P. de Luca

Giuseppe Sacco

Articoli Correlati
Commenta