ESCLUSIVA – N. Ceccarini (esp. mercato): “Entro 4 giorni il Napoli potrebbe avere qualcosa tra le mani. Coutinho? Valutazioni eccessive”

All'interno le dichiarazioni dell'esperto di calciomercato

ESCLUSIVA – N. Ceccarini (esp. mercato): “Entro 4 giorni il Napoli potrebbe avere qualcosa tra le mani. Coutinho? Valutazioni eccessive”

ESCLUSIVA – N. Ceccarini (esp. mercato): “Entro 4 giorni il Napoli potrebbe avere qualcosa tra le mani. Coutinho? Valutazioni eccessive”

Il campionato di serie A si ferma per la sosta, ma è tempo di calciomercato. In questo periodo i club si stanno muovendo per completare le rose e accontentare gli allenatori. Tra questi c’è anche il Napoli che sta dando un’accelerata alle varie operazioni. Ilnapolionline.com ha intervistato l’esperto di mercato Niccolò Ceccarini sulle strategie del club partenopeo e sul VAR.

Siamo nel mese del calciomercato, detto anche di riparazione, tra Verdi e Deulofeu chi secondo te è vicino a vestire la maglia azzurra? “Dei due calciatori, il più vicino a vestire la casacca dei partenopei è Simone Verdi e per un motivo molto semplice. Il calciatore del Bologna è la prima scelta, il Napoli  ha un accordo di massima con i felsinei, 20 milioni compresi i bonus e non credo che ci saranno problemi ad accontentare il ragazzo sull’ingaggio. Nei prossimi giorni arriverà la risposta del ragazzo, lui non vorrebbe spostarsi da Bologna  in questa sessione di mercato, però l’offerta che gli è stata fatta è allettante e ci sta pensando. Capisce che l’opportunità è importante e quindi a breve darà la sua risposta. Deulofeu? Lui ha una clausola abbastanza alta, però dopo l’arrivo al Barcellona di Coutinho, lui si sente chiuso e perciò andrà sul mercato. Anche questa è una trattativa calda, però è l’alternativa a Verdi, solo se l’ex Empoli decidesse di restare a Bologna, allora si andrà sull’esterno spagnolo”.

Continuando a parlare del mercato del Napoli, si è aperto il casting dei portieri per il mese di Giugno per il dopo-Reina. Chi secondo te è il favorito? “Perin del Genoa è certamente nella lista del d.s. Giuntoli, una pista italiana che verrà presa in considerazione dal club azzurro, ma le alternative non mancano. Penso a Leno del Bayer Leverkusen, Rui Patricio dello Sporting Lisbona, senza dimenticare Geronimo Rulli della Real Sociedad, una pista estera in passato  molto calda in casa Napoli. In estate la società partenopea ci andò in maniera pesante per strapparlo al club iberico, ma non era semplice visto il diritto di recompra da parte del Manchester City che ci sarà a fine stagione. La rosa dei nomi è quella e penso che il Napoli ci stia lavorando per poi fare la scelta definitiva”.

Da esperto di mercato, hai il polso della situazione, questa potrebbe essere la settimana per l’acquisto, oppure ci sarà da aspettare? “Quello che so è che il Napoli vorrebbe fare l’acquisto entro questa settimana, dai tre ai quattro  giorni, vorrebbe avere la certezza di avere qualcosa in mano. Come tu ben sai, le trattative di mercato non ci sono certezze, a volte sei vicino alla chiusura, poi si creano degli imprevisti non calcolati e che rimandano la riuscita dell’affare. Però ti posso confermare che nei prossimi giorni le idee potrebbero essere chiare sull’acquisto”.

Tu che sei esperto di mercato, ne hai visto e lette davvero tante, cosa ne pensi di Coutinho al Barcellona per 160 milioni. Lo ritieni giusto come offerta, oppure credi che sia eccessiva? “Non te lo so dire, è certo che se c’è un movimento di calciatori è buono per me, così io lo posso raccontare (ride n.d.r.), più mercato c’è, di conseguenza uno si diverte a raccontare le trattative. E’ chiaro che le valutazioni stanno diventando eccessive, nessuno discute del valore tecnico di Coutinho, ma 160 milioni per portarlo al Barcellona, credo che sia spropositato, ma solo alcuni  club si possono permettere certe cifre. Ad esempio anche Van Dijk che è passato al Liverpool per 87 milioni, troppi secondo me per un difensore. Con tutte queste cifre che si sentono in giro, alcune società possono investire, mentre le altre sono tagliate fuori”.

Passando al campionato ti vorrei chiedere del VAR che ha cancellato molti dubbi, anche se dopo Cagliari-Juventus sono riaffiorate le polemiche. Un’opinione su questa nuova tecnologia. “Sono favorevole al VAR, al di là delle polemiche che ci sono state nelle ultime giornate di campionato, però i dati di fatto dicono che con questa nuova tecnologia, gli errori si sono molto dimezzati. E’ chiaro che si può sempre migliorare, perfezionare il VAR, prestare ovviamente la massima attenzione, ma il miglioramento è stato totale, perciò il bilancio è stato più che positivo”.

Il duello scudetto anche quest’anno sarà tra il Napoli e la Juventus. Chi vedi favorito per la conquista del tricolore? “Sarà certamente un bel duello tra le due squadra, un testa a testa che durerà fino alla fine del campionato. Il Napoli a mio avviso a tutte le carte in regola per lottare fino all’ultima giornata, mentre la Juventus la conosciamo tutti. I bianconeri sono sei anni di fila che vincono il tricolore, ha la rosa più forte, oltre che più completa, ma i partenopei hanno tutte le possibilità per dare alla squadra di Allegri filo da torcere”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

RIPRODUZIONE RISERVATA ®

Alessandro Sacco

Articoli Correlati
Commenta